Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da francesca • lunedì, 28 Gennaio 2013

IPERTENSIONE

Proprio come il controllo del colesterolo e del sovrappeso anche quello della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca sono estremamente importanti per il benessere del nostro cuore. In particolare la frequenza cardiaca governa il lavoro del cuore, consentendogli di essere ininterrottamente irrorato di sangue.
La frequenza varia in modo naturale a seconda sia dell’età sia dell’attività che si sta svolgendo, sia dell’allenamento fisico. Esistono poi condizioni patologiche che aumentano o diminuiscono la frequenza dei battiti del cuore con conseguenze più o meno gravi.
Rispetto alle diverse età, sono da considerare normali i seguenti valori:
•    da 80 a 180 bpm per i neonati;
•    da 80 a 100 bpm per i bambini;
•    da 70 a 120 bpm per gli adolescenti;
•    da 60 a 80 bpm per gli adulti (con una minima differenza tra l’uomo e la donna),
La frequenza varia anche a seconda del momento della giornata (di notte ad esempio si abbassa, mentre si alza dopo mangiato), ma anche uno stress, un’emozione improvvisa e soprattutto l’attività fisica causano un aumento dei battiti del tutto fisiologico.
Per questo i valori andrebbero misurati a riposo: in questo caso, in media la frequenza cardiaca di un uomo è di circa 70 bpm e di circa 75 bpm nelle donne (fanno eccezione gli sportivi ben allenati che hanno quasi sempre un ritmo più basso), mentre nei neonati, la frequenza a riposo è di circa 130-150 bpm.
Quando la frequenza cardiaca scende al di sotto dei valori minimi considerati normali si parla di bradicardia, mentre si definisce tachicardia la situazione nella quale si riscontrano valori al di sopra di quelli massimi per ciascuna età.

Ora tocca a te!
Rileva la tua frequenza cardiaca (a livello del polso o delle arteria carotidea) nei seguenti momenti della giornata (9 in totale) e costruisci una tabella (v. esempio) per inserire i valori raccolti.

Appena svegliati – dopo colazione – alla 1^ ora di lezione – dopo ricreazione – prima di pranzo – dopo pranzo – nel pomeriggio (tra le 16 e le 17) – dopo cena – prima di andare a dormire

Esempio di tabella:
Ora                             Punto di rilevamento                                Valori di frequenza

 

Alla luce di quanto rilevato, letto sopra e discusso in classe fai le tue considerazioni (almeno 10 righe).

PIC

Pubblicato in Materie: lezioni di scienze2 Commenti

2 risposte a “ASCOLTIAMO IL NOSTRO CUORE!”

  1. ercolino ha detto:

    Questo argomento è stato molto interessante e anche questa attività, ho scoperto come misurare il battito cardiaco senza alcun oggetto.

  2. losangeles ha detto:

    E’ stato veramente molto divertente lavorare in classe con questo argomento!!! Abbiamo svolto un paio di esercizi come quelli che si trovano qua sopra ed è stato molto interessante… 😀 In alcuni momenti della giornata si doveva rilevare il battito cardiaco da dei punti di rilevamento come il polso e la carotide e questo esercizio a me è davvero piaciuto molto… 😀 😀

Lascia un commento