Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da francesca • mercoledì, 4 Aprile 2012

Quando abitavo in Islanda, in una lugubre casa, a una decina di metri dal centro abitato, viveva in solitudine la vecchia Arcimbalda, terribile nonnina sulla sessantina.

Il giorno in cui la vidi per la prima volta mi trovavo alla finestra della mia camera: sembrava un enorme orco, dalla pelle bianca e rugosa e, con occhi  terribilmente attenti, osservava un gigantesco libro impolverato.

I suoi lunghi capelli grigio cenere sembravano una tela tessuta da milioni di ragni . Ma la cosa che mi faceva più paura era lo schifoso e putrido foruncolo che, spruzzando puzzolente pus giallognolo, era spuntato sul naso adunco della megera. Sopra i suoi minuscoli occhi cresceva una vera e proprio “foresta nera” di irsuti peli, non lavati dalla notte dei tempi.

Non so quante volte vomitai, dopo averla vista, ma quando quella vecchiaccia si trasferì in una zona desertica dell’Africa io fui molto… molto felice.

Auguro a tutti di non incontrarla mai!

PIC

Pubblicato in Categorie: SCRITTORI IN ERBA, Tag: roald dahl • Tags: • • Lascia un commento

Lascia un commento