Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da admin • lunedì, 22 Aprile 2013
super2images super1mages super-size-me.3jpg

Alcuni giorni fa abbiamo visto il documentario “SUPER SIZE ME” girato nel 2004.

Documenta un esperimento  condotto dal regista stesso: per un mese egli si è sottoposto ad una rigida dieta cibandosi unicamente di prodotti provenienti da Mc Donald’s  e sospendendo qualsiasi attività fisica. Nel film egli racconta i cambiamenti fisici e psicologici avvenuti nel suo corpo: nausea, depressione, mal di testa, stanchezza e sonnolenza, aumento di peso (alla fine dell’esperimento il suo corpo aumenterà di 11kg), tachicardia.

Il documentario affronta anche altre tematiche: il problema dell’obesità nel mondo e negli Stati Uniti d’America, la qualità del cibo consumato, le mense scolastiche, le relazioni tra aspetti della personalità (per esempio l’aggressività) e l’alimentazione.

Cosa ne pensi?

Quali aspetti o momenti del film ti hanno maggiormente coinvolto?

Che ne pensi dell’alimentazione fast-food?

Lascia un tuo scritto come commento sul quad.

Pubblicato in Materie: IO E IL CIBO cl.IIA1 Commento

Una replica a “SUPER SIZE ME”

  1. 3tigre15 ha detto:

    Nel documentario “Super Size Me” si affronta l’argomento dell’obesità in America e del cibo dei fast food, precisamente quello dei McDonald’s. Il protagonista, Morgan Spurlock, decide di sottoporsi a un esperimento: mangiare per trenta giorni solo cibi e bevande McDonald’s e prendere almeno una volta tutti i menù, anche quelli Super Size. Prima di iniziare la “dieta” si sottopone a dei seri esami per controllare il cambiamento del suo corpo dopo l’esperimento. I tre dottori da cui è seguito gli dichiarano di essere perfettamente sano e che la “dieta” avrebbe causato qualche leggero cambiamento nel suo corpo. Inizia l’esperimento, nei primi giorni non fa fatica ma, dopo poco tempo, comincia a star male. Passa il tempo e il protagonista comincia a sentirsi sempre più stanco; tanto che, al ventesimo giorno, uno dei tre medici gli chiede di interrompere l’esperimento per evitare seri problemi. Ma, il protagonista, continua imperterrito fino alla fine. Nei trenta giorni Spurlock guadagna ben 11 kg.
    Questo documentario mi è piaciuto molto, mi hanno colpito molte cose: l’enorme cambiamento del suo corpo, il modo di mangiare degli Americani soprattutto nelle mense, i menù Super Size e il fatto che in America la morte a causa della sbagliata alimentazione sia la seconda dopo il fumo.

Lascia un commento