Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da francesca • sabato, 24 20 Novembre12

FORMALE-INFORMALE: CONSIGLI DI STILE

 

Chi scrive una lettera deve scegliere con cura lo stile del linguaggio.

Questo può essere libero, spontaneo, vicino al parlato se la lettera è personale e viene rivolta ad un destinatario conosciuto e vicino alla vita del mittente; in questo caso si usa un registro informale, dove sono presenti modi di dire spesso coloriti ed espressioni gergali.

Al contrario, se il destinatario è una persona poco conosciuta al mittente o lontana dalla sua vita affettiva allora il registro sarà formale, cioè più “freddo”, impersonale e distaccato.

 

I MODI DI DIRE: scegli alcune espressioni, spiega il significato con le tue parole (se riesci prova a svolgere una brevissima ricerca per capire da dove provengono queste “strane” espressioni)                                    

 

Fare orecchie da mercante

Mangiare la foglia

Rimboccarsi le maniche

Prendere la palla al balzo

Vuotare il sacco

Essere in bolletta

Essere al verde

Cascare dalle nuvole

Fare fiasco

Fare il diavolo a quattro

Essere al settimo cielo

Restare di stucco

Uccello del malaugurio

A caval donato non si guarda in bocca
Avere la coda di paglia
Dare un colpo al cerchio ed uno alla botte

Fatto trenta fai trentuno

Il gioco non vale la candela

In bocca al lupo

O.K.

Pesce d’Aprile

Piove Governo ladro!

Pronto?

Sano come un pesce

Invia al blog come commento

Pubblicato in Materie: la lettera15 Commenti

15 risposte a “FORMALE… INFORMALE”

  1. blackorwhite ha detto:

    Dare un colpo al cerchio e uno alla botte:
    Barcamenarsi tra due contendenti, evitando di assumere una posizione netta, dando ragione un po’ all’uno e un po’ all’altro.

  2. vindisel ha detto:

    Il significato di ”fare fiasco” è insucesso, esito negativo

  3. harleymax2 ha detto:

    O.K.= Segnalare qualcosa o negli SMS o MMS o nelle e-mail , o segnalare qualcosa per dire va bene .

  4. maglietta ha detto:

    Rimboccarsi le maniche: mettersi a lavorare bene e con buona volontà

  5. stella05 ha detto:

    RESTARE DI STUCCO:lo stesso che restare di sasso, restare di sale, restare come un allocco; significa provare una tale sorpresa da rimanere sbalorditi, senza parola, come impietriti.

  6. fiore ha detto:

    FATTO TRENTA FAI TRENTUNO significa:E’ una frase che viene attribuita storicamente a Papa Leone X che nel 1517 doveva nominare alcuni nuovi cardinali. Con grande lavoro, arrivò a stilare la lista finale, arrivando a ben 30 nomi, già un numero consistente. Alla fine, però, si accorse di non aver aggiunto un prelato di grandi meriti e fama, non potendo escludere nessun cardinale, aggiunse il nome all’elenco, pronunciando le celebri parole: ” Abbiamo fatto 30, facciamo 31!”

  7. ercolino ha detto:

    prendere la palla al balzo vuol dire prendere un’ occasione quando capita

  8. messi ha detto:

    PESCE D’APRILE=Approfittare di un’occasione o dedicarsi a qualcosa con grande entusiasmo, irruenza e decisione.

  9. losangeles ha detto:

    SIGNIFICATO DI UCCELLO DEL MALAUGURIO: a proposito di chi fa sempre previsioni pessimistiche: menagramo, iettatore.

  10. fsm ha detto:

    Piove governo ladro significa: Battuta che si ripete scherzosamente a proposito dell’abitudine dì addossare al governo, alle autorità, allo Stato la colpa di ogni inconveniente. La inventò, a commento di una vignetta, Casimiro Teja, direttore del giornale umoristico Il Pasquino, nel 1861, dopo che una manifestazione indetta dai mazziniani torinesi non si era potuta svolgere, non a causa di divieti governativi, ma di un acquazzone

  11. ulia ha detto:

    IN BOCCA AL LUPO: per far capire che nonostante la situazione sia difficile, si spera che la persona a cui si fa l’augurio riesca a cavarsela lo stesso. 😛

  12. cuorenero ha detto:

    ESSERE AL SETTIMO CIELO:Non stare più nella pelle dalla contentezza. Secondo la concezione tolemaica, accettata ed elaborata dalla Chiesa fino al XVI secolo, la Terra era centro dell’universo, circondata da nove (e poi dieci) “cieli”, immaginarie sfere concentriche di grandezza sempre maggiore, lungo le prime sette delle quali rotavano la Luna, Mercurio, Venere, il Sole, Marte, Giove, Saturno. Nell’ottavo cielo stavano le stelle fisse (il “firmamento”); il nono era il cielo di Dio. Il settimo cielo era il più alto grado di elevazione. di avvicinamento alla gioia celeste, concepibile per uomini in carne e ossa.

  13. fenomeno ha detto:

    MANGIARE LA FOGLIA: intendere prontamente il senso del discorso; capire subito le intenzioni altrui.

  14. rosmeri ha detto:

    IL GIOCO NON VALE LA CANDELA:questa espressione indica che nel XVI le classi sociali più basse avevano anche famiglie con giocatori d’ azzardo che a causa delle loro perdite non potevano permettersi neanche la candela per farsi luce durante la notte.

  15. hawaii ha detto:

    AVERE LA CODA DI PAGLIA: essere sempre sul chi vive, allarmarsi alla minima allusione sfavorevole, discolparsi senza neppure essere accusati, non avendo la coscienza tranquilla. Come chi avesse un’immaginaria coda di paglia e quindi un sacrosanto timore dei fiammiferi.

Lascia un commento