Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da admin • martedì, 23 Ottobre 2012
IMMAGINA DI ESSERE UN “TIPO” O UNA

“TIPA”

DAVVERO RIBELLE:

 

LIBERTA’

SPIRITO D’AVVENTURA

OPPOSIZIONE

RABBIA

INDIPENDENZA

SCRIVI ALCUNE PAGINE DI DIARIO IMMEDE-

SIMANDOTI NEL PERSONAGGIO.

 

(TESTO LUNGO, INVIA AL BLOG COME COMMENTO)

PIC

Pubblicato in Materie: il diario11 Commenti

11 risposte a “DIARIO SELVAGGIO DI UN ADOLESCENTE RIBELLE”

  1. francesca ha detto:

    12 ottobre: sera, distesa sul mio letto
    Caro diario, eccomi qua, distesa sul mio letto. Non capisco proprio il mondo degli adulti! Sono proprio arrabbiata! Ogni cosa che faccia o che dica è un pretesto per sgridarmi! Ad esempio, la sera scorsa, mia mamma aveva stirato i miei vestiti e me li aveva messi sul letto e indovina … oggi gli ho dovuti mettere a posto nell’armadio. Scusa, ma non è camera mia, potrò fare ciò che voglio! Secondo lei, la mia stanza è anche la sua! Fra un po’ mi uscirà il fumo dalle orecchie! Sarebbe maleducato, ma io mica le dico di mettere in ordine la sua camera, come quella delle principesse! E’ vero? Penso proprio che andrò a dormire, perché sono proprio stufa di avere una madre così!

    13 ottobre: sera, seduta a riflettere
    Caro diario, è sempre la stessa storia! Io, lo ripeto e lo ripeterò per tutta la mia vita: non capisco il comportamento dei miei genitori! Ma tu li capisci? Oggi, il sole era alto e riscaldava la terra: non c’era niente di meglio che una stupenda pattinata con le mie amiche! Avevo finito tutti i compiti, la verifica di “geo” era andata benissimo!! La giornata era stata programmata al meglio! Ma c’era un problema: mia madre! Quando sono arrivata da lei e le ho chiesto di andare a fare un giro con le mie compagne sai cosa mi ha risposto? NO!!!
    Ma come? Le ho chiesto una motivazione e lei mi ha esclamato … perché NO!! Che risposta assurda!!! Sei d’ accordo con me, vero? Tutti i miei piani per il giorno sono stati frantumati!!! Speriamo che domani sia una migliore giornata di quella di oggi!!!

    14 ottobre: domenica pomeriggio
    Caro diario, vorrei stare ore e ore a discutere con te ma non posso, perché mia madre mi sta chiamando, chissà ora cosa vuole … ti prego aiutami! Mi ripeterà sempre la stessa storia: metti in ordine la tua camera, fai i compiti e altre tantissime, noiosissime regole!! Stamattina, non l’ho fatto a posta, è stato un errore, che tutti noi commettiamo: ho rovesciato il latte sul tappeto! Per fortuna mia, quando è successo, mia madre era in bagno e mi sono affrettata a pulire, però la macchia ha iniziato a ingrandirsi! Appena è ritornata, quante ne ho sentite, se tu fossi stata al mio posto, saresti voluta scappare!!! Ora sono in punizione, che “pizza”, che “barba”! L’ unica cosa che mi è stata concessa è scriverti!! Ora ti lascio con una domanda: tu cosa faresti?
    CIAO

  2. blackorwhite ha detto:

    21 ottobre 2012
    Ciao Diary,
    tu non sai cos’è successo! Sono furiosa! Non ce la faccio più! Vorrei proprio sapere chi è quel ragazzo che riesce a capire gli adulti, oppure un adulto che riesce a capire una ragazza come me! L’unica cosa che sanno fare è dare degli ordini e criticare! Per esempio oggi dovevamo andare in palestra a Farla, avevamo pianificato tutto: fatto i compiti per il giorno dopo, per il giorno dopo ancora, per il giorno dopo ancora e alla fine… L’ unica parola che mi hanno detto è stata Nooooooooo! Insopportabilmente insopportabile: sempre no, no e no! Sono stufa, stufa di dover fare tutto quello che mi dicono: “Aiuta tua sorella con i compiti, metti a posto, fai quello, fai questo!’’ Bastaaaaaaaaa!!! Devo trovare il modo per cercare di far capire loro che anche gli adolescenti sono esseri umani e che in questo periodo le amicizie, le uscite e quello che di solito i ragazzi d’oggi fanno, sono importanti anzi importantissimissimissimissime!!! Ma tu ti chiederai qual è il problema? Quando chiedo ai miei di lasciarmi andare al cinema o in piscina con le mie amiche, non posso! Ma perché, perché, perché, perché, perché?! Uffa!!! Ora però basta, vado a nanna!
    Ps. Spero di non sognare i miei genitori! Ahahahahahah!!!
    Bye-Bye Tich

    22 ottobre 2012
    Ciao diary,
    di nuovo la stessa storia! I miei genitori pretendono tutto da me! Devo aiutare my “ sister”, fare questo, fare quell’altro,… Sto per esplodere: 5- 4- 3- 2- 1… esplosioneeeeeeeeee!!! La mia vita è diventata un inferno!
    Sai, mi mancava solo questa… e tu ti chiederai: “Cos’è successo???” Mi hanno proibito la TV per una settimana e sai perché? Perché non ho aiutato quella peste di mia sorella con i compiti!! Ho preso dieci nel compito di grammatica, nella quale sono una bomba e qual era il ringraziamento? Non mi hanno neanche annullato la punizione! Mi viene da piangere! Non posso fare nulla… dovrò stare qui, da sola! Ora ti saluto, un bacione XD XD XD!
    By Tich

    23 ottobre 2012
    Ciao diary,
    adesso basta, basta! Non voglio sentire mai più la parola n-o! Sai quando ti mancano gli amici, il ragazza, una partitina a calcio o a pallavolo con loro? Ecco! Avevamo organizzato tutto: quando, dove, chi, come e perché, perché è andato tutto in fiamme? Perché i miei genitori hanno detto: “ Eh, cara mia, hai l’allenamento di pallavolo e non puoi saltarlo!” Li ho supplicati con ma, per favore, ti prego e loro: “Niente ma! La risposta è no!” Uffaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Ti ricordi quando avevo scritto che non volevo sentire la parola no? Ecco, adesso, in questo preciso momento è apparsa di nuovo alle mie orecchie!! Adesso è ora di salutarci!! XD XD XD XD
    Ps. Ti prego, fa che nella mia vita la parola no venga cancellata dal dizionario!
    Baci & abbracci
    By Tich

  3. stella05 ha detto:

    Diario selvaggio di un’adolescente ribelle.
    Lunedì 20 maggio 2012, sera.
    Ciao diario!!!!! Sono sempre io che ti scrivo, affido tutta la mia vita alle tue pagine. Che mi racconti???? Sai, oggi ho confermato la mia teoria: gli adulti hanno la zucca vuota, non capiscono davvero niente addirittura si permettono di darci regole e insegnarci a vivere la nostra vita!!!! Oggi per esempio ho chiesto alla prof di andare in bagno e lei ha osato dire di NO!!!!! Allora mi sono infuriata; che pizza!!!!!! Così ho fatto una cosa che nessuno si aspettava: ho preso la bottiglietta d’acqua, quatta quatta ne ho versato un goccio sui miei pantaloni viola e……. ho detto alla professoressa che non ero riuscita a trattenerla!!! Non immagini la faccia che ha fatto quella sciagurata: subito si è messa a saltare e a urlare come un’anzianissima gallina spennata!!!! Ahahahahahahah, me la stavo veramente per fare addosso!!!! Quella vecchia civetta ha chiesto al preside di convocami nel suo ufficio, pensa che ho dovuto ascoltare la ramanzina per un’ora davanti a un uomo tarchiato, dagli occhi verdi e dalla testa lucida come uno specchio; a volte quando gira per la scuola lo scambio per una patata. 😀
    Oh, che giornata!!!! Ora ti devo salutare perché ho davvero molto sonno, ma ti do “apuntamento” a domani. Non mancare!!!!!!
    Tua Celeste.<3

    Martedì 21 maggio 2012, pomeriggio.

    Caro diario come va???? La mamma stava per mettere le mani su di te. Ora ti racconto il perché: al suono della campanella scolastica sono corsa in cortile aspettando di tornare a casa e ho atteso che, come al solito, la mia amica Aurora si precipitasse verso di me. Così è stato e per poco non mi ha fatto finire in una pozza di fango!!!! Bleah che schifo!!!!! Stavamo parlando e io, maledettamente, le ho rivelato dove ti nascondevo, proprio davanti a mia madre!!!!! Che sciocca, se solo me ne fossi accorta….
    Così quella ladra è entrata a casa dieci minuti prima di me, stava per aprirti e scoprire tutti i miei segreti più intimi (cotte,litigi,…..). Che vergogna!!!!!
    Ma io, prontamente, ho corso come un ghepardo e ti ho salvato da quel orribile mostro!!!!!! Per fortuna!!!!!! Chissà come ti sentivi!!!!! Eppure il bello doveva ancora venire. In preda alla follia ho pensato che se lei poteva ficcare il naso nelle mie cose “purè” io avrei potuto!!!!! Con la velocità della luce sono corsa in camera dei miei genitori, mi sono tuffata tra i monti e i colli di vestiti che ha mia madre!!!!! Wow per poco annegavo ma che bello scompiglio ho creato!!! Sono fiera di me!!!!!
    “Okay”, ora devo salutarti ma ti prometto che ti aggiornerò sui fatti che mi accadono.
    “Baccioni” Celeste.

  4. ulia ha detto:

    22 ottobre 2012 Caro diario, eccomi qua, è sera sono distesa sul mio letto e sono molto arrabbiata con mia madre. Io, il mondo degli adulti non lo capisco per niente. Ad esempio oggi dopo cinque ore di scuola volevo mangiare velocemente, fare i compiti e poi partire con i cavalli e con le mie amiche a fare una lunga passeggiata sulle rive del Tagliamento. Sono arrivata a casa tutta felice, poi ho chiesto a mia mamma se potevo andare. Lei senza pensarci due volte ha esclamato soltanto una sillaba. Prova a pensare quale? Beh, te la dico io, è un NO secco. Gli adulti non capiscono gli svaghi di noi ragazzi. Secondo loro dobbiamo stare solo sui libri. Tutto ciò che ho organizzato è andato in fumo. UFFA, CHE RABBIA! Adesso devo andare a dormire, ormai è tardi. Ci sentiamo domani, sperando che l’atteggiamento di mia madre cambi al più presto possibile. CIAOOO! 23 ottobre 2012 Caro diario, sono di nuovo io, da ieri mi sa tanto che non è cambiato proprio nulla. Secondo me i genitori non riescono mai a mettersi nei panni di noi addolescenti . A volte chiedo a mia madre com’era lei da giovane, ma la sua risposta è sempre quella:”Non pensare per me perchè io fino qua sono arrivata.” Uh, che risposta… Io credo che loro pensino che siccome sono molto più grandi di noi possono fare quello che vogliono, così noi piccoli, dobbiamo essere trattati, a volte, come dei carcerati e non ci lasciano la libertà. Che scatoleee! 24 ottobre 2012 Caro diario, finalmente mia mamma si è resa conto di avermi un po’ trascurata, quindi per farsi perdonare mi ha lasciato andare a quella famosa passeggiata di cui ti ho parlato due giorni fa. Grazie a Dio, ha capito come mi sentivo quella volta. Mi ha promesso che mi lascierà andare in giro, però io non devo lasciare da parte la scuola e in particolare lo studio. Adesso vado, ti scriverò nei prossimi giorni. Ciao! TVB 🙂

  5. willie342 ha detto:

    22 dicembre 2012, disteso sul mio letto
    Caro diario,
    ma che diavolo vuole la prof da me? Me lo deve dire se no esplodo e poi la “distruggo”! Non è possibile che sia una coincidenza come dice mia madre, lo fa apposta, adesso ti spiego. Quando io alzo la mano per dire qualcosa lei fa parlare gli altri e quando solo io conosco la risposta lei va avanti con la lezione. In molti casi fa così. Adesso ti lascio perché vado a dormire, ma domani gliene canto quattro.
    23 dicembre 2012, ore 18
    Caro diario,
    finalmente cominciano le vacanze, non vedevo l’ora di starmene lontano da quell’arpia della professoressa. Sì, hai capito bene, infatti non sono riuscito a parlarle: a ricreazione mi sono fatto coraggio e sono andato alla porta dell’aula insegnanti ma quel mostro mi ha cacciato fuori, sono diventato rosso di rabbia ma in quel momento è suonata la campanella. Ho pensato:
    “Mi rifarò vivo ma solo dopo le vacanze”. Meglio, così ho più tempo per pensare alla mia vendetta!!!!
    8 gennaio 2012, ore 22
    Caro diario,
    scusa se non ti ho scritto prima ma mi sembrava giusto farti riposare un po’, perché adesso ho tantissime cose da raccontarti; tutte belle. Innanzitutto c’è stato Capodanno, anzi prima c’è stato il Natale dove , ancora una volta non ho ricevuto regali migliori di te, sai cosa penso? Penso che non ne esistano. Comunque, in seguito c’è stato Capodanno ed è successa una cosa meravigliosa: ho tirato un petardo e ho beccato la mia prof nella gamba e lei si è ustionata per questo non sarà domani a scuola… evvai!!!!!!

  6. ercolino ha detto:

    20 ottobre 2012
    Caro diario,
    so che ormai ti sto annoiando con le solite ramanzine dei miei genitori! Questa mattina a scuola avevo quattro ore di supplenza e ne ho approfittato per fare i compiti del giorno dopo, così il pomeriggio sarei andato a giocare coi miei amici in palestra. Tornato a casa tutto felice, ho spiegato a mia mamma di aver già svolto il lavoro per casa, mi aspettavo i suoi soliti complimenti e tante ore di libertà, invece incredibilmente sai cosa mi ha risposto? NO e mi ha costretto a portarmi avanti col programma scolastico per ben quattro ore: addio amici, addio giro in bicicletta, tutto è svanito nel nulla, no … nei maledetti compiti. Speriamo, caro diario, che mia madre mi lasci più tempo per lo svago durante la settimana.

    22 ottobre 2012
    Caro diario,
    oggi la colpa non è della prof. ma di mia mamma: per fare arrabbiare mia madre, l’altro giorno, non ho studiato per la verifica di geografia perciò mi sono trovato stampato davanti agli occhi un quattro e mezzo: in fondo, al posto di un’insufficienza, totale ho portato a casa metà punto. Appena entrato in salotto ho raccontato del brutto voto e lei ha reagito molto male: due settimane senza cellulare. Perché i miei genitori non capiscono mai che devo divertirmi anziché stare sempre su quei maledetti compiti? Speriamo, caro diario, che i miei genitori cambino idea su di me.

    24 ottobre 2012
    Caro diario,
    sono felicissimo: non ho ancora svolto i compiti per domani e sono potuto andare da un mio amico per giocare dalle 15 alle 19.30. Finalmente, dopo tutti quei giorni, ho preparato un discorso e sono riuscito a esporlo ai miei genitori con successo. Mi sento il ragazzo più coraggioso e fortunato del mondo per aver portato a termine questa impresa: grazie mamma e papà! Caro diario sei la cosa più importante che possiedo e ti prometto che ogni giorno ti racconterò come si è svolta l’intera giornata. Buonanotte ora vado a finire i compiti

  7. messi ha detto:

    venerdì 24
    Caro diario,
    sono qui disteso sul mio letto con molta rabbia in corpo e la causa sono i miei genitori che, non mi permettono di dire o fare niente che non sia criticato da loro.Ad esempio oggi i miei amici sono andati in palestra per giocare a calcio e ovviamente i “miei”mi hanno detto che non potevo andare perché non c’era nessuno a sorvegliarmi e questo mi fa arrabbiare perché ormai ho dodici anni e sono abbastanza grande per badare a me stesso, questo l’ho detto ai miei genitori ma loro continuano con la loro opinione. Avevamo organizzato tutto: da chi portava la palla a chi portava il mangiare e il bere ma mia mamma non ne voleva saperne. La cosa odiosa però è quando ti danno le loro spiegazioni che non hanno nessun significato e quindi il mio piano eè saltato.
    Sabato 25
    Caro diario,
    anche oggi con mia mamma è stato un’altra litigata perché non mi voleva mandare alla mia partita di calcio che si è disputata oggi pomeriggio e il motivo sai qual è: solo perché avevo preso un brutto voto nella verifica di inglese.Con mia mamma ci ho litigato tutto il pomeriggio, ad un certo punto ho preso la mia bici e sono andato a fare un giro e quando sono tornato mi sono beccato anche una bella sgridata perché prima di partire dovevo avvisare. Secondo te diario chi aveva ragione? Penso di avere io ragione di arrabbiarmi perché ormai non posso fare niente senza il loro permesso, mi sembra di essere un bambino di quattro anni comunque io non sto agli ordini di mia mamma, quindi la prossima volta andrò dai miei amici anche se lei è contraria.
    Domenica 26
    Caro diario,
    oggi è un nuovo giorno nero contro il mondo degli adulti, sono stato invitato a una festa di compleanno. Ho domandato a mia mamma e la risposta ovviamente è stata:NO!La motivazione, come ho detto ieri, non ha senso e sai qual era: che lei non aveva tempo di portarmi e poi ero anche senza un regalo. Che rompi scatole mia mamma! Ma io a quella festa ci dovevo essere.Pensa,ripensa e la soluzione era di scappare di casa e andare a quel compleanno in bicicletta e per il regalo potevo prendere uno dei miei giochi più nuovi e per confezionarlo potevo prendere la carta che c’era in salotto.Io sono partito alle due di pomeriggio e alle tre ero arrivato e la mia missione era quasi completata solo che il problema era tornare a casa senza farmi scoprire dai miei genitori perché se mi beccavano ero finito.Allora quando sono tornato ho rimesso la bici al suo posto e sono salito in camera senza farmi scoprire: la missione era compiuta.Fra di me pensato:sono un genio.

  8. maglietta ha detto:

    22 ottobre 2012
    Cario diario,
    il mondo degli adulti è troppo lontano, lì si fa delle dichiarazione complicate e nell’aldilà, nell’universo dei ragazzi, non le capiamo. Ma perché i nostri genitori ci criticano continuamente e le risposte o le motivazioni non vanno bene? Ad esempio: era una meravigliosa e bella giornata di sole, io con i miei compagni di classe avevano programmato una “gita” in palestra a giocare a calcio, a nascondino e andare a fare un giro in bici. Avevo finito i compiti, sperando di andare. I miei, come al solito, mi hanno detto di NO, io ho chiesto il motivo e loro mi hanno risposto così: “Perché no!”. Non ho capito, ma perché i nostri genitori ci rispondono in modo strano? Io non li capisco proprio e tu?
    In quel momento sono stato furioso e arrabbiato con me stesso e potevo far scoppiare la mia testa. Il sogno di stare con i miei amici è svanito, addio calcio, addio bicicletta, addio amici. Spero che almeno i miei compagni si siano divertiti. Adesso vado a dormire perché sono stanco, speriamo che domani sia una giornata diversa. Buonanotte diario.
    23 ottobre 2012
    Cario diario,
    anche oggi è stata una giornata nera e infernale con il mondo degli adulti, adesso ti spiego: a scuola le proff hanno dato una montagna di compiti tipo studiare dieci pagine di geografia e storia, finire un tema e cominciarne un altro, venti verbi da analizzare, studiare due capitoli di scienza e geometria e quindici esercizi di aritmetica: insomma le proff sono delle rompiscatole, che pizza! C’è anche del positivo: i voti. Un giorno le proff ci hanno consegnato cinque verifiche: matematica, un tema, inglese, geografia e storia. I voti sono buono perché nella prima ho preso otto, la seconda sette, la terza sette, la quarta nove e l’ultima otto. Quando sono tornato a casa i miei mi hanno sgridato e mi hanno detto:” Questi voti non vanno assolutamente bene, devi alzarli!”. Ma perché se la prendono con me, cosa ho fatto di male? Tu lo sai diario? Adesso tu sai cosa quello che succede tra i due mondi: quelli degli adulti e quelli dei ragazzi. Adesso vado a dormire , ci sentiamo alla prossima. Ciao ciao!!!!

  9. cuorenero ha detto:

    23 gennaio, ore: 22:30
    Caro Milù,
    sono distesa sul mio letto, tra le coperte, per scriverti che i miei genitori (e gli adulti in generale) non ci capiscano una “mazza” del mio mondo abbastanza confuso…Se dico una cosa è sempre malintesa o criticata ed io non ce la faccio più; per fortuna che possiedo un diario fantastico, sempre pronto ad ascoltarmi! Ad esempio, due giorni fa, ho chiesto a mia madre se voleva andare al colloquio con la prof. di chimica e lei ha detto di sì. Ma io l’avevo avvisata che l’incontro era di mercoledì, proprio quando doveva andare a lavoro, lo stesso ha accettato. Il giorno seguente, dopo essere uscita da scuola, ero affaticata a causa della lezione noiosissima di storia e, nonostante ciò, le ho sentite dalla bacuca, che sarebbe la mamma. Davanti a mezzo mondo si è messa a gridare con la sua voce maligna:
    – Brutta bamboccia! Per colpa tua devo prendere un giorno libero!
    – Guarda che io ti ho avvertito, non è colpa mia se hai un chilo e mezzo di cerume nelle orecchie!- le risposi
    -Ora sei in punizione per una settimana!-
    Sono rimasta senza parole…
    24 gennaio, ore 19:05
    Caro Milù,
    è mai possibile? Ora non ne posso più! In questo preciso momento sto creando un piano malefico per vendicarmi di mio fratello Giulio: ha 21 anni, ma ne dimostra sette. Lui vuole leggere i miei segreti? Beh, che faccia con comodo! Visto che anche lui possiede un diario, che chiama Fufi, lo prenderò, lo farò leggere alla sua fidanzata e lei scoprirà che è stato più che amico con sua sorella, lei s’imbufalirà e lo mollerà! In seguito lui verrà a frignare tra le mie braccia e io lo consolerò. Sono “Un Genio”!!!
    25 gennaio, ore 15:45
    Tra un quarto d’ora metterò a punto il mio piano di vendetta! Giulio tornerà a casa con Glenda, la sua ragazza, io lascerò in bella vista il diario, così la futura ex-fidanzatina lo leggerà…
    Evviva, tutto va come previsto e credo che tra pochi istanti mio fratello verserà talmente tante lacrime che in casa ci sarà il Mar GIULIatiuco! Ah,ah,ah,ah!!! Ripeto: Sono “Un Genio”!
    Va beh, ti lascio, vado a vendicarmi dell’ odioso fratello rompiscatole!! Ciao a domani!!!

  10. losangeles ha detto:

    DIARIO SELVAGGIO DI UN’ADOLESCENTE RIBELLE
    Giovedì 15 maggio 2012
    Ciao caro diariooooooooo!!!
    Come avrai già intuito, in questo momento sono distesa sul mio letto. Sto immaginando come sarò quando diventerò una donna, cioè in poche parole un adulto. Perché? La risposta è molto semplice, facile ma soprattutto… ovvia!!! I grandi, sinceramente, non li capisco; tutte le specie e sottospecie di questi esemplari di razza umana sono tutti paranormali: secondo me non sono i ragazzi che devono imparare dagli adulti ma… l’incontrario!!! Oggi, per esempio, mi trovavo a scuola, quando suona la campanella. Tutti si precipitano alla massima velocità verso la porta, quella che li avrebbe condotti ai quindici minuti di meritato riposo, ma, afferrata la maniglia la prof. urla di ritornare ai propri posti. Indovina un po’? Secondo te ci siamo recati nel cortile per goderci il meritato relax? Se hai risposto sì, è errato. Quella strega della professoressa ci ha obbligato a rimanere in classe finché non avessimo finito il compito. Come per copione, al quattordicesimo minuto l’ho terminato e, uscita dalla porta, il suono più odioso che conosca ha oltrepassato la “ tromba di eustacchio”: DRINNNNNNNNNNNNNNNNNNN. Grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!! In questo momento mi rincuora solo sapere che nel mondo non esistono solo proff. di questo genere ma anche con un cuore grande!!!

    Venerdì 16 maggio 2012
    Carissimo diarioooooooo… t.v.t.b.!!!!
    Hai presente una giornata già programmata da mesi, con pigiama party e play station fino a tarda notte? Beh, io sì. Quel giorno me l’ero sognato, lo avevo pensato in tutti i suoi minimi particolari. Ma secondo te, in questi casi, può mancare lo zampino di un adulto??? Infatti, non può… ma vuoi sentire tutta, ma proprio tutta la storia??? Se hai risposto sì a questa domanda, va bene, se hai detto no, è uguale. Questa mattina mi sono svegliata di buon umore, ero stra-contenta: questa, credevo, sarebbe stata tra le più belle giornate della mia vita ma, come avrai capito, mi sbagliavo di grosso. Tornata a casa da scuola mi sono rimboccata le maniche e mi sono data da fare per finire i compiti per casa, così più tardi sarei stata libera. Mi sono affrettata e alle tre e mezza ero pronta per incamminarmi verso la casa della mia amica, che dista solo pochi vicinati da casa mia ma, naturalmente, mia mamma, mantenendo sempre la calma, mi comunica che le dispiace molto ma dobbiamo andare via e che il pigiama party sarà per un’altra volta. AAAAAAAAAAAAAAAH, GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR, MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM,….. perché i genitori sono fatti così?

    Sabato 17 maggio 2012
    Ciao carissimo diariooooooooooooooo!!!
    Oggi è stata una giornata stra-super-mega bella!!! Vuoi sapere il perché? Perfetto, ma procediamo con ordine. In questi dì sono cambiate parecchio le idee che mi ero fatta nei giorni scorsi sulle persone che mi circondano in quasi ogni minuto. Ti sei dimenticato chi? Beh, ti rispolvero con piacere la memoria. Le proff. e anche i genitori. Nei giorni passati ti avevo narrato delle vicende che mi avevano fatto venire delle idee abbastanza assurde: che le proff. e i genitori siano streghe, serpenti a sonagli e altre sciocchezze. Oggi , invece, mi hanno fatto cambiare l’immagine che avevo su di loro; infatti, un bel 10 e tutto il pomeriggio a fare shopping hanno cambiato tutto. Le proff. esistono apposta per riuscire a rovinare o migliorare una giornata; e i genitori sono fatti così: non si può fare assolutamente niente con loro, sono protettivi e ce li teniamo così. Ma continuiamo con il discorso. Cosa si può ricevere di meglio? Niente. AAAAHMMMMMMM, mmmmmmmmm, che sonno!!! E’ meglio se adesso vado a dormire o qui finisce che mi addormento su di te…. Ciao, a domani e… buona notte!!!

  11. fiore ha detto:

    21 agosto2012
    Caro diary,
    sono arrabbiatissima!!! Ora ti racconto tutto. Stamattina è venuta a casa mia zia Chiara, appena l’ho vista ho detto:”Oh no è arrivata quella vipera di mia zia!” Senti, lo so che ha trentacinque anni ma a me non sta tanto simpatica perché non mi lascia in pace e io devo sempre obbedire a lei. Quanto vorrei che ci fosse qualcuno che mi capisse. Per fortuna che ci sei tu . Ora sono stanca morta vado a dormire. Buonanotte!!!

    24 agosto 2012
    Caro diary,
    oggi sarebbe stato un giorno perfetto: al mattino bagno al mare, al pomeriggio parco acquatico e la sera a vedere un film distesa sul divano mangiando pop-corn. Ma ahimè, mia zia mi ha messo in punizione solo perché le ho rotto le scatole mentre guardava quell’inutile, scemo e schifoso programma alla TV: Beautiful! Sono davvero furiosa, quanto vorrei che sparisse!!! Ti piacerebbe se non si facesse più vedere? Sì, sarebbe un miracolo! Sei l’unico che mi capisce diary. Ciao,ciao e mi raccomando non dire niente a nessuno!

    7 settembre 2012,notte bianca
    Caro diary,
    questa sera c’è la notte bianca ovvero bancarelle, musica sulla spiaggia e negozi aperti per tutta la notte. Io volevo andarci ma mia zia mi ha detto di no. Indovina il perché!?!? Ora ti dico tutto io ma prima ti scrivo una cosetta: “NON E’ STATA COLPA MIA!” E’ iniziato tutto quando Giulia mia cugina, nonché figlia di mia zia Chiara, ha detto a suo papà tante parolacce.Ma io cosa c’entro? Mi ribello contro gli adulti! Buonanotte!!!

Lascia un commento