Log In
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da francesca • mercoledì, 26 febbraio 2014
rossini3 rossini
rossini2 rossini1

Sabato 15 Febbraio 2014 per noi di prima è stato un giorno speciale: siamo andati in gita a Trieste per assistere all’opera intitolata “L’ occasione fa il ladro” al teatro Verdi.

Al mattino ci siamo recati a scuola e fino alle otto e trenta abbiamo fatto lezione, inseguito siamo usciti nel piazzale dove una bellissima corriera ci aspettava per portarci verso la nostra meta.

Il viaggio è stato lungo, ma il tempo è passato velocemente perché ci siamo divertiti raccontandoci barzellette, scherzando fra di noi, guardando fuori dai finestrini il paesaggio.

Una volta arrivati, intorno alle dieci, siamo scesi per raggiungere, dopo una breve camminata, l’ acquario nella zona di Miramare. All’entrata siamo stati divisi per classi in modo tale da formare due gruppi. Mentre il primo andava al Centro visite, l’altro invece svolgeva le attività didattiche previste che consistevano nel ricomporre le parti di alcuni pesci e inserirli nei loro habitat.

Il Centro visite era interessante, molto particolare: il pavimento era identico ad un fondale marino con tanto di conchiglie, sabbia e sassi; le pareti color azzurro rendevano il posto veramente rilassante, perché si poteva camminare a piedi nudi ed era una sensazione piacevole.

Ci siamo soffermati davanti alle vasche presenti, al loro interno abbiamo osservato animali marini di ogni specie e piante acquatiche tipiche del mare circostante. Intorno alle undici e trenta ci siamo dati il cambio con l‘altro gruppo scendendo giù al laboratorio dove abbiamo svolto l’ attività lavorando a gruppetti.

Più tardi, sotto i portici difronte al castello di Miramare, abbiamo pranzato con le cose portate da casa negli zainetti, abbiamo persino lanciato pezzi di pane ai piccioni che scorrazzavano di qua e di là. Fortunatamente c’è stato anche il tempo di giocare un po’, infatti, abbiamo addirittura fatto una partita a calcio usando, come palla, la lattina del chinotto di un nostro compagno!

Successivamente i professori che ci accompagnavano, ci hanno chiamato per assegnarci le poltrone all’opera che andavamo a vedere nel tardo pomeriggio, alcuni di noi hanno bisticciato per i posti, ma poi si è trovata una soluzione.

La corriera che ci aspettava nel piazzale del parcheggio ci ha portati in Piazza Unità in centro a Trieste e dopo un quarto d’ora circa siamo scesi a pochi metri dal molo per ammirarla. Il professor Querini ci ha fatto notare che è la piazza più grande in Italia con vista sul mare, subito dopo questa considerazione, abbiamo visto che a terra c’ erano ancora coriandoli e stelle filanti e perciò abbiamo concluso che la festa per il Carnevale era appena finita. Nel frattempo i professori ci hanno lasciato gironzolare per la piazza mentre loro bevevano un caffè in tranquillità, abbiamo potuto fare alcune foto agli edifici e ai palazzi presenti.

Intorno alle tre e trenta siamo finalmente entrati al teatro Verdi per assistere all’opera “L’ occasione fa il ladro” : siamo rimasti tutti incantati e meravigliati dell’aspetto estetico del luogo. Io ero seduto al primo piano del loggione, cioè l’insieme delle balconate che formano il teatro insieme alla platea che è sotto. Dalla mia poltroncina di velluto rosso, vedevo tutti i miei compagni e gli altri spettatori vestiti in modo elegante: la vista era mozzafiato!

Tutti gli attori indossavano abiti di carta creati dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Venezia così come le scenografie. L’ opera è stata brillante, divertente perché era una rappresentazione teatrale comica e alla fine c’è stato un lunghissimo applauso.

Intorno alle diciassette e quindici siamo ripartiti per tornare a casa, dopo una lunga ed impegnativa giornata.

Che gita ragazzi!

 

Pubblicato in Categorie: G.Rossini3 Commenti

3 risposte a “G.Rossini: LA CRONACA”

  1. fuocoazzurro ha detto:

    Ci siamo divertiti un sacco!Ed è stato veramente interessante!!

  2. pimparossa ha detto:

    La nostra prima opera è stata stupenda!!!!!:-)

  3. agricoltura ha detto:

    Proprio un’opera fantastica !!!!

Lascia un commento