Accedi
Posta Alunni
LIBERAMENTE PIC
Da francesca • domenica, 6 Maggio 2012

 

CORAGGIO
E’ una qualità che molte persone hanno e che si può scoprire solo provando a superare le proprie
paure. Serve appunto ad affrontare le difficoltà che, a volte, si rivelano poi molto semplici da
superare.

Come ho detto, a volte le nostre paure più grandi sono in realtà molto semplici.
Quando ho dovuto dire ai miei genitori che avevo preso un’insufficienza, mi tremavano le gambe,
stavo sudando ma avevo freddo, avevo i brividi e non riuscivo a parlare; alla fine ho detto:
-Ho preso tra il quattro e il cinque!” e sono andata a dormire. Ripensandoci, dopo aver parlato, mi
sono sentita come se il macigno che gravava sulla mia coscienza si fosse frantumato.

CAPACITA’, CONSAPEVOLEZZA DELLE PROPRIE AZIONI, RIUSCIRE A DIRE O FARE
QUALCOSA, VOLONTA’, FORZA, FIDUCIA IN SE STESSI, ecco le parole che mi vengono in
mente quando penso a CORAGGIO.

Pubblicato in Categorie: intorno a noi: il mondo d'oggi, Tag: IQBAL • Tags: • • 6 Commenti

6 risposte a “IQBAL: coraggio, libertà, ingiustizia. Le nostre riflessioni.”

  1. 3tigre15 ha detto:

    sì, hai ragione, purtroppo lo sfruttamento è ancora usato!!!!!!!!!!!!!ti capisco quando hai detto che avevi paura a dire che avevi preso un’ insufficenza perchè anche io ho molta paura quando arrivo a casa con una nota o un insufficenza ma dopo mi sento molto molto sollevata!!!!!!!!!!!!!!!per quanto riguarda Iqbal: sì, doveva vivere ancora e anche per tanto perchè credo che veramente pochi abbiano il coraggio di fare quello che ha fatto lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. devil ha detto:

    si anche per me doveva ancora vivere per molto!!! ha fatto tanto per quei bambini che stava rinchiusi nelle fabbriche; e che stavano male perchè nn potevano vedere la propria famiglia; e che non potevano neanche vivere la propria vita in serenità,amore,gioco,studio ecc…quindi non potevano permettersi la nostra vita! perciò proviamo a pensare a quanto siamo fortunati ad avere tutte le comodità che abbiamo e poi metterle a confronto con tutta quella povera gente o meglio ancora a quella degli altri ragazzi che soffrono molto. poi si che si può discutere veramente per tutte le ingiustizie e il coraggio che hanno quei ragazzi che fanno tutte quelle fatiche e invece noi che possiamo avere qualsiasi cosa e quasi qualsiasi comodità!!!!!! io per esempio, volevo un cellulare però poi ho capito che nn serve proprio a niente perchè possiamo tranquillamente telefonare ad un amico con il telefono di casa o quello della mamma o papà per chiedere di andare a mangiare un gelato assieme, o andare in biblioteca assieme, oppure ancora invitarsi a casa di uno o dell’altro!!!! anche trovarsi un giorno per fare una partita a qualsiasi gioco con molti amici!!!!! e così mi è passata la voglia di avere il cellulare!!!!!!
    oppure quando ho dovuto dire a mia madre che avevo preso 5 e 5 e mezzo in tedesco e in scienze ho dovuto farmi forza e coraggio e dirglielo!!!!!!!! anche se dopo mi ha fatto saltare pallavolo per un giorno io ho ragionato sul suo comportamento e ho pensato che aveva fatto bene a mettermi in punizione quel giorno!!!
    e concludo facendoti i miei complimenti per il post e sopratutto per i significati che hai dato quando pensi alla parola coraggio!!!!!!! e posso farti un ultima domanda:
    perchè hai scritto che le nostre paure più grandi in realtà sono molto semplici???? cioè che significato ha?????!!!! ciao devil

  3. amica ha detto:

    purtroppo ancora oggi sentiamo che lo sfruttamento minorile e’ molto usato!!!!!!!!speriamo solo che ci siano persone che riescano a bloccare tutto questo!!!!!!!!!!!perche’ i bambini per prima cosa devono imparare a leggere e scrivere!!!!!!!!!!!!:)

  4. ada50 ha detto:

    secondo mè questo bambino doveva vivere x tato tempo

Lascia un commento